Fangoterapia

IL FANGO

Nel nostro reparto cure viene effettuata la fangoterapia utilizzando fango termale maturo.

Grazie agli elementi che lo compongono è considerato unico al mondo. Un componente particolare è il Phormidium SP ETS 05I, un cianobatterio che per le sue proprietà antinfiammatorie è titolare di un Brevetto Europeo che ha permesso la classificazione del fango del Bacino Termale Euganeo come farmaco naturale.

fango2logo-brevetto-eu

La maturazione del fango avviene in apposite fangaie dove acqua termale e argilla, unite insieme, restano a riposare a una temperatura minima di 38°C per almeno 60 giorni. Al termine di questo periodo il fango risulterà “maturo” perché ricoperto da alghe di colore verde-azzurro.

LA TERAPIA

L’applicazione del fango viene effettuata da personale qualificato che si attiene alle indicazioni contenute nella cartella del cliente, fornite dal medico termalista che lo ha visitato. La temperatura ideale è di 39°C-42°C e la durata della terapia è di circa 15 minuti. Al termine della fangatura, dopo una doccia di acqua termale calda, il paziente viene immerso nel bagno termale per 8-15 minuti a 37°C-38°C. Una buona Reazione Sudorale di 30-60 minuti in ambiente caldo è fase essenziale di una buona cura.



Cosa si cura?

Le patologie trattabile in ambito termale anche attraverso il SSN e INAIL sono:

CATEGORIA DIAGNOSTICA PATOLOGIE TRATTABILI IN AMBITO TERMALE
Osteoartrosi ed altre forme degenerative
  • Osteoartrosi
  • Artrosi diffuse
  • Cervicoartrosi
  • Lomboartrosi
  • Artrosi agli arti
  • Discopatia senza erniazione e senza sintomatologia da irritazione o da compressione nervosa
  • Esiti di interventi per ernia discale
  • Cervicalgie di origine reumatica
  • Periartriti scapolo-omerali (escluse le forme acute)
  • Artrite reumatoide in fase di quiescenza
  • Artrosi, poliartrosi, osteoartrosi (con osteoporosi o diffusa o localizzata)
  • Esiti di reumatismo articolare
  • Osteoporosi ed altre forme degenerative
  • Periartrite
  • Spondilite anchilopoietica
  • Spondiloartrosi
  • Spondloartrosi e spondilolistesi
Reumatismi extra-articolari
  • Reumatismi extra-articolari
  • Reumatismi infiammatori (in fase di quiescenza)
  • Fibrosi di origine reumatica
  • Tendinite di origine reumatica
  • Lombalgie di origine reumatica
  • Fibrosità
  • Fibromiositi

Modalità di prescrizione

prescrizione

Comments are closed.